SE DEVI COPIARE DEI DOCUMENTI SEGRETI PRIMA LEGGI QUESTO

SE DEVI COPIARE DEI DOCUMENTI SEGRETI PRIMA LEGGI QUESTO

Benvenuto su Input/Output: la blogletter in cui ogni martedì commento la notizia che mi ha più colpito del mondo tech.

Hai presente le macchioline di colore che a volte rimangono nella pagina dopo ogni stampa? Possono sembrare solo dei piccoli errori di stampa ma in realtà potrebbero comporre un codice ("microdot") in grado di identificare con precisione data e ora di stampa oltre che il numero seriale della stampante.

Evidentemente Reality Leigh Winner, pur lavorando nell’intelligence USA, non doveva esserne al corrente quando ha stampato dei documenti segreti appartenenti all'NSA e li ha inviati ad una testata giornalistica.
Una volta pubblicati i documenti sul web alcuni esperti si sono accorti della presenza di questi microdots individuando chiarmente il seriale della stampante e l’orario in cui il documento fosse era stato stampato (06:20 del 9 Maggio 2017).
L'FBI non ha confermato che siano stati usati proprio questi puntini per confermare l'arresto rifiutando di commentare in qualsiasi modo la notizia ma l'averli trovati su un documento ufficiale dell'NSA ne ha difatto confermato l'utilizzo ai fini tracciamento.

Ciò ha riacceso il dibattito sull'eticità di inserire questi codici di tracciamento senza che l'utente ne sia in alcun modo al corrente.

Personalmente credo che uno stato abbia il diritto di proteggere la segretezza di alcuni documeti ma il fatto che questi strumenti di tracciamento siano utilizzati anche dalle comuni stampanti senza che gli utenti ne siano in alcun modo informati e che ne sia data la possibilità di disabilitazione la reputo una ingiusta violazione del diritto alla privacy.

In ogni caso, se ti dovesse capitare di stampare dei documenti segreti occhio a rimuovere questi puntini! 🕵️

Fonte


Grazie per aver letto questo articolo della rubrica Input/Output.
Ad ogni input, tipicamente, corrisponde un output. E solo esponendosi ad input diversi si possono tirare fuori idee non convenzionali. Proprio per questo ogni martedì prendo in input una curiosità legata al mondo tecnologico per ragionare su nuove idee da tirare fuori in output.