7 trucchi per affinare le tue ricerche su Google

Google search

Quante volte al giorno utilizzi Google per le tue ricerche? Grazie all’altissima precisione dei risultati ottenibili con una ricerca non stupisce il fatto che il famoso motore di ricerca sia il sito web più visitato al mondo. .

Io utilizzo quotidianamente Google per qualunque cosa: dalla documentazione di PHP al significato di qualche parola strana che mi ha colpito.

Usare il motore di ricerca per cercare qualcosa è semplice quanto digitare una parola chiave e premere invio sulla tastiera. Chiunque è in grado di fare ricerche su Google ma pochi conoscono l’esistenza di alcuni operatori che il motore di ricerca mette a disposizione per affinare ulteriormente i risultati ottenuti.
Con questo post ti voglio illustrare 7 operatori che possono farti risparmiare un po’ di tempo la prossima volta che effettui una ricerca sul web.

Indice

1 – Ricerca di frasi esatte

Per trovare tutte le pagine che contengano esattamente le parole cercate ti basta inserire il testo della ricerca tra doppi apici.

Ad esempio, per cercare il titolo di una canzone partendo da una frase puoi digitare sul motore di ricerca: "in the town where i was born lived a man who sailed to sea".
Esempio

2 – Includere nella ricerca anche i sinonimi

Esattamente al contrario dell’operatore precedente, per fare in modo che nella ricerca siano presenti anche i risultati contenenti sinonimi di una determinata parola ti basta utilizzare l’operatore tilde ~. (se anche te non ricordi come fare la tilde con la tastiera guarda qui)

Ad esempio, inserendo i termini di ricerca gestionale ~hotel troverai inclusi tra i risultati anche le pagine contenenti i sinonimi della parola hotel (ad esempio albergo).
Esempio

3 – Escludere risultati dalla ricerca

Per escludere dai risultati tutte le pagine che contengono una determinata parola basta anteporre alla parola da escludere il simbolo -.

Ad esempio per cercare tutte le informazioni sullo YouTuber human safari senza che compaiano i video di YouTube ti basta digitare nel motore di ricerca: human safari -youtube.
Esempio

4 – Limitare la ricerca ai risultati appartenenti ad un certo sito

Per limitare la ricerca ai soli risultati appartenenti ad un certo sito basta mettere prima dell’indirizzo del sito la parola chiave site:.

Nella vita di ogni programmatore spesso capita di dover cercare qualcosa sul forum stackoverflow e per limitare i risultati a questo sito la ricerca da fare è: site:stackoverflow.com symfony.
Esempio

NOTA: questo comando può essere anche utile per sapere quali pagine di un sito sono già nell’indice di Google e quali no.

5 – Limitare i risultati ai file con una determinata estensione

Per cercare tutti i file con una certa estensione basta preporre all’estensione cercata la parola chiave filetype:.
Questo comando è particolarmente utile abbinato al precedente per trovare tutti i risultati di un determinato sito.

Ad esempio per trovare tutti i documenti PDF presenti nel sito dell’agenzia delle entrate la ricerca da fare è: filetype: pdf site:agenziaentrate.gov.it.
Eempio

6 – Dizionario

Tramite la parola chiave define: è possibile utilizzare Google esattamente come se fosse un dizionario.

Ad esempio per sapere qual’è il significato esatto della parola pernicioso la ricerca da fare è define: pernicioso
Esempio

7 – Limitare la ricerca al titolo della pagina

Per limitare i risultati di ricerca a tutti i siti contenenti una parola o una frase nel titolo il comando da utilizzare è allintitile:.

Ad esempio per cercare tutte le pagine che hanno nel titolo Harry Potter la ricerca da fare è allintitle:"Harry Potter".
Esempio

Conclusioni

Esistono molti altri operatori che permettono di affinare ulteriormente i risultati forniti da Google ma questi sono quelli che io reputo i più importanti. Inoltre molti degli operatori citati possono essere combinati per fornire risultati sempre più precisi.

Te conosci qualche altro operatore o qualche altra combinazione meritevole di attenzione? Se si puoi farmelo sapere con un commento qui sotto oppure scrivendomi direttamente nel mio canale Telegram oppure scrivendomi direttamente a t.me/lorenzomillucci.

Indicizzare un podcast su Google Podcast

Google podcast

Che il 2019 sarebbe stato l’anno dell’audio si sapeva già da un po’. Nei primi 5 mesi d quest’anno un po’ tutti i big della tecnologia hanno iniziato a presentare innovazioni legate al mondo dei podcast.
Tra i tanti non poteva mancare Google che, dopo l’annuncio al Google I/O, da ieri ha finalmente iniziato ad aggiungere ai risultati di ricerca i podcast.

Risultati di ricerca di google per il podcast di The Verge

Come indicizzare il podcast

La prima cosa da fare è verificare che il podcast non sia stato già indicizzato da Google. Per verificarlo ti devi collegare ai Publisher Podcast Tool e provare a generare un link diretto per il tuo podcast inserendo il link al feed RSS del podcast.

Se il link viene generato correttamente non c’è null’altro da fare. I tuoi ascoltatori saranno già in grado di trovare le puntate del podcast all’interno della pagina di ricerca di Google e di ascoltarle utilizzando Google Podcast.

Nel caso il link non venga generato devi verificare che il sito web associato al podcast rispetti le linee guida definite da Google.

Errore: This RSS feed is not currently indexed by Google Podcasts

Se utilizzi una piattaforma come Spreaker o Buzzsprout per distribuire il tuo podcast allora la pagina assegnata alla tua trasmissione rispetta già i requisiti necessari all’indicizzazione da parte di Google. Per cui non devi far altro che aspettare i tempi necessari a Google ad indicizzarle.

Se invece il tuo podcast è ospitato su una tua piattaforma devi accertarti di aderire perfettamente alle linee guida di Google.
In particolare dovrai creare una pagina nel tuo sito che descriva chiaramente le tematiche affrontate nel podcast. Questa pagina dovrà essere linkata nel feed RSS del podcast e dovrai accertarti che all’interno della pagine sia presente il seguente codice:

<link type="application/rss+xml" rel="alternate"
      title="Your Podcast's Name" href="Your podcast's RSS url"/>

Quando aggiungi questo blocco di codice al tuo sito presta la massima attenzione ai seguenti punti:

  • Il codice deve essere incluso solo nella home page del podcast. Non includerlo in tutte le pagine del sito web;
  • Accertati che sia l’unico elemento della pagina ad avere il tag rel="alternate";
  • Verifica che l’attributo title abbia esattamente lo stesso titolo del podcast;

Una volta fatto tutto ciò non ti resta che aspettare che Google indicizzi la tua pagina web. Ogni cambiamento al sito web non avviene istantaneamente, Google può impiegare anche 2-3 settimane prima di iniziare ad indicizzare il tuo podcast. Sfortunatamente non c’è un modo per far sapere a Google dell’esistenza del tuo podcast, ma sono loro che scansionando il tuo sito web ne verranno a conoscenza (esattamente come avviene per le pagine web e le immagini).
Puoi verificare l’effettiva indicizzazione del podcast utilizzando il tool Publisher Podcast Tool.

Hai già aggiunto il tuo podcast all’indice di Google? Puoi farmelo sapere con un commento qui sotto oppure scrivendomi direttamente nel mio canale Telegram oppure scrivendomi direttamente a t.me/lorenzomillucci.